Salta il contenuto
Capodanno cinese: consegna dal 5 febbraio
Capodanno cinese: consegna dal 5 febbraio
Le Démon Oni Japonais | Ramen Nation

Il demone Oni giapponese

Tutto su The Japanese Oni Demon

La mitologia giapponese contiene diverse creature fantastiche tra cui il demone giapponese Oni (鬼) . È il demone più popolare nel folklore giapponese. Dietro questo personaggio si nascondono varie origini e significati. Scopriamoli in questo articolo.

Descrizione del demone Oni giapponese

Il demone Oni giapponese è una creatura folcloristica della mitologia giapponese. Fa parte degli yôkai (妖怪) , ovvero creature soprannaturali presenti nella cultura giapponese come i Kitsune, Tengu, Inugami , ecc. Il termine Oni significa orco o demone. Pertanto, un Oni è considerato un essere malvagio o dispettoso che depreda gli umani.

Come riconoscerlo? Un Demone Oni è spesso descritto come una creatura gigante con la pelle rossa o blu. Non conosciamo la sua forma precisa ma spesso si dice che assomigli ad un orco o ad un troll. Ha grandi corna, grandi artigli e grandi denti. Tuttavia, questa creatura può cambiare forma per ingannare gli umani.

Le origini e i significati di un demone Oni giapponese

Come ogni creatura popolare e mitica, il demone Oni giapponese ha le sue origini e significati. In un primo momento, la parola Oni si riferiva indistintamente ad entità invisibili come: fantasmi, spiriti, ecc. Le leggende giapponesi si riferivano all'Oni come a uno spirito che proteggeva gli umani dalle creature malvagie. Questa è una specie di teoria contraddittoria.

Con l'arrivo del buddismo, abbiamo iniziato a considerarli in modo diverso, un essere più terrificante. L'Oni è diventato un demone con una forza incredibile che ha terrorizzato gli umani per migliaia di anni. Si dice che quando un uomo malvagio muore, il suo spirito si reincarna in un demone Oni per servire il re dell'inferno buddista Enma-ō (閻魔王).

L'Oni giapponese ha un significato speciale in diversi ambiti della vita. Nella cultura giapponese è associato alla sfortuna e alla violenza. Nel campo dell'arte e della letteratura, l'Oni è rappresentato come un essere che attira intorno a sé distruzione e pestilenza. Nel teatro Nô (能) (teatro giapponese proveniente da una concezione religiosa e aristocratica della vita), vediamo spesso come protagonista un Oni. Gli attori indossano maschere Oni per interpretare questo ruolo demoniaco.

L'Oni è associato alla direzione nord-est, la fonte della sfortuna in Giappone. Questa direzione è collegata al segno zodiacale cinese, il bue-tigre. Questo rappresenta le corna e gli artigli dell'Oni. Si noti che templi buddisti, santuari e monasteri giapponesi sono spesso costruiti rivolti in questa direzione per respingere gli Oni.

Il demone Oni giapponese nella cultura giapponese

Nella Terra del Sol Levante, ci sono feste tradizionali incentrate sul demone Oni giapponese. Tra questi c'è l'Onidaiko o Demon Drums, un festival originario dell'isola di Sado . È una tradizione intesa a scacciare gli spiriti maligni e portare fortuna nelle case.

All'arrivo della primavera secondo il calendario lunare, viene organizzato un matsuri (祭) per allontanare i demoni. Si chiama Setsubun (節分) o festa del lancio dei fagioli. Gli uomini indossano maschere Oni e i bambini gli lanciano fagioli mentre dicono: “ Oni wa soto! Fuku wa uchi! ” tradotto: “Fuori i demoni! Dentro la felicità! ”. Le maschere spaventano i demoni e attirano la fortuna.

L'Oni Demon ha anche il suo posto nella cultura popolare. Non è raro vederlo in cartoni animati e manga come Naruto, Demon Slayer, ecc. In Ao no Fuuin oni, la trama ruota attorno a un Oni travestito da forma umana. Questo demone appare anche in molti videogiochi: Oni, Super Street Fighter o Tekken.

In sintesi, il demone Oni è una creatura folcloristica che può essere benevola o malevola. Se vi trovate in Giappone, verso l'inizio di febbraio, non esitate a vedere le feste ei matsuri destinati agli Oni. E per essere nel tema, completa il tuo travestimento con una maschera Oni di Ramen-Nation.